Addobbi per una prima comunione a tema fiabesco

prima comunione a tema fiabesco

Addobbi per una prima comunione a tema fiabesco

25 Luglio 2018 Informazioni e news

Ogni bimbo ha un mondo speciale nel quale almeno una volta ha sognato di vivere. La fiaba, ad esempio, è uno di questi. Ma quali sono gli addobbi di una prima comunione a tema fiabesco? Oltre alle decorazioni, la torta è il dettaglio che meglio si presta a rappresentare questo tema: dalla casetta di Hansel e Gretel al veliero dei pirati, passando per gli animali della giungla, la scelta è davvero molto ampia.

La torta a forma di casetta di Hansel e Gretel

Da quale fiaba prendere spunto per il dolce? La casetta di Hansel e Gretel è da sempre desiderio dei più piccini che, tra una lettura e l’altra, immaginano di immergersi tra le golose mura della famosa strega. Sebbene si tratta di una scelta di facile realizzazione, la preparazione di una torta a forma di casetta non è per tutti: a meno che il cake design non sia la vostra passione o il vostro lavoro, il consiglio è di affidarsi ad un pasticcere esperto.

Il veliero dei pirati

Se il vostro bambino è un appassionato di uncini e bandane, il veliero dei pirati sarà perfetto per creare il suo dolce preferito. Organizzare una prima comunione basato su questo tema, non richiede grosse difficoltà. Innanzitutto, per quanto riguarda il buffet le bandiere nere sugli stuzzichini saranno d’obbligo; posizionare qualche forziere del tesoro e impreziosire la stanza con galeoni dorati aggiungerà un tocco finale.

Una torta a forma di giungla

Per i bambini innamorati di leoni, giraffe e zebre una torta a forma di giungla sarà il ricordo goloso difficile da dimenticare. Il colore che farà da padrone sarà il verde: addirittura potreste prendere in considerazione l’idea di creare delle palme con del marzapane per far sì che si possa creare una  vera e propria opera di cake design. Ancora più bella sarà se realizzata a più piani: anche in questo caso, potrete impreziosirla con una cascata di marzapane blu e tanti alberelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *