Tutto ciò che si deve sapere per sposarsi in Italia

sposarsi in Italia

Tutto ciò che si deve sapere per sposarsi in Italia

8 Maggio 2018 Informazioni e news

Che il wedding destination Italy stia spopolando è ormai noto, ma anche se sposarsi nel Bel Paese costituisce un sogno per molti stranieri, bisogna fare i conti con la burocrazia italiana – e ciò potrebbe non essere semplice –. Dunque, cosa serve sapere a uno straniero per sposarsi in Italia? L’iter, come si può immaginare, necessita di tempo e quindi è indispensabile contattare con largo anticipo l’Ufficio di Stato Civile o, meglio ancora, un wedding planner che possa aiutarci in questa impresa.

Cosa cercano gli stranieri che si sposano in Italia

Gli stranieri che si sposano in Italia ricercano un matrimonio tipicamente nostrano, che affonda le proprie radici nelle tradizioni della nostra terra. I dettagli ai quali si presta maggiore attenzione sono relativi alla scelta dei piatti e dei prodotti del territorio, senza contare la location, che deve essere incantevole. Via libera quindi a castelli, dimore storiche e antichi casali. Non è raro che gli stranieri scelgano luoghi particolari per il proprio ricevimento come grotte, location in riva al mare o in mezzo alle vigne.

Documenti per un matrimonio tra stranieri in Italia: cosa serve

I documenti che servono per il matrimonio tra stranieri in Italia, necessari per richiedere le pubblicazioni matrimoniali e firmare il verbale sono:

  • Documento d’identità valido su piano internazionale, come il passaporto;
  • Certificato di nascita;
  • Nulla osta.

Il nulla osta è un certificato che viene rilasciato dalle autorità del Paese di provenienza degli sposi; tale documento serve a dichiarare che i soggetti sono liberi di sposarsi e che non esistono impedimenti a livello legale. La validità di tale documento viene sancita presso l’Ufficio legalizzazione della Prefettura. Attenzione: il nulla osta deve essere tradotto in italiano.

Il matrimonio civile e i documenti per stranieri: cosa cambia per americani e australiani

In caso di matrimonio civile i documenti per stranieri sono gli stessi sopra elencati. È importante precisare che, nei Paesi di provenienza degli sposi americani e australiani (due delle nazionalità che più amano il wedding destination Italy), non esistono effettivi organi che producono il nulla osta. Pertanto, i cittadini dovranno presentare all’Ufficiale di Stato Civile la dichiarazione giurata davanti all’autorità consolare competente in Italia. Utile per la celebrazione delle nozze potrebbe risultare anche la  presenza di un bravo interprete. Ad ogni modo, l’intervento di un wedding planner può risultare davvero salvifico, in quanto sarebbe lui a occuparsi di ogni aspetto della tediosa trafila burocratica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *