Wedding Planner: il tuo scudo

Wedding Planner: il tuo scudo

13 Dicembre 2017 Eventi

Non è la prima volta che parliamo del lavoro di una Wedding Planner.

Rispondiamo ancora una volta a questa domanda: “ma perché devo pagare una WP quando esiste internet?”

Una delle tante ragioni è IL FILTRO. Eh si, la WP è un filtro, una sorta di scudo tra te e la tempesta di domande che arrivano agli sposi (oltre che dagli sposi).

Prova a pensare a tutte le domande e i dubbi che già affollano la mente degli sposi, la tua mente, dal momento in cui decidi di sposarti. A queste somma tutte quelle che arrivano da ciascun fornitore.

In numeri, fatte 100 le tue domande, avrai 100 x 10 fornitori, quindi altre 1000 domande sotto forma di sms, email, telefonate, che arrivano in qualsiasi momento, quando i fornitori hanno tempo, quando decidono di prendere in mano la tua pratica, magari la sera, la domenica, durante la tua pausa pranzo o l’ape con le amiche.

Quali domande? Di tutto e di più.

Il grafico che non riesce a leggere il cognome della zia Adele da stampare sulla escort card, la location che ha cambiato gli arredi modificando le parigine che avevi scelto e vuole il tuo consenso, il fiorista che ha un unico momento libero per il sopralluogo il martedì alle 13:00 quando tu hai una riunione di lavoro.

Ovviamente, più il matrimonio è particolare, lontano dagli standard, più le richieste di chiarimenti, i dubbi, le domande aumentano. E qui diventa importantissimo avere un team affiatato, conoscere bene i fornitori cosicché i malintesi si riducano al minimo. Per te il fornitore è un perfetto sconosciuto, per la tua WP è parte del team, è uno fra i tanti di una lista fatta di persone di fiducia, di persone che collaborano e si comprendono senza intralciarsi tra loro.

A voi sposi non arriva niente di tutto questo, non le domande e soprattutto non l’ansia e la frustrazione, la WP protegge la tua tranquillità e anzi è lì per rispondere anche alle tue di domande e a sciogliere i tuoi dubbi.

Ci sono dubbi sullo svolgimento del loro lavoro? I fornitori chiamano me.
È successo un imprevisto? Chiamano me.
C’è un problema? Chiamano me.

Tu hai cambiato idea su un dettaglio? Chiama me

I fornitori sono più sereni, perché hanno un unico punto di riferimento, esattamente come te, che puoi avere un solo numero in rubrica per tutto il tuo matrimonio.

Share it:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *